BenessereBere birra è più efficace contro le rughe rispetto alle creme anti invecchiamento, lo spiega la scienza!

11/10/2018 - 13h

Le nostre pelli diventano più sottili, il metabolismo più lento e diventiamo più sensibili a più malattie.

Questa è una realtà della vita, ma chi vuole preservare la giovinezza del suo corpo, usa alcune opzioni, tra cui creme anti-invecchiamento, esercizio e, per alcuni, anche la chirurgia.

Tuttavia, sulla base dell'evidenza scientifica, c'è un'altra alternativa per tenerci più giovani prevenendo malattie della pelle come le rughe in un modo molto migliore per molti di noi: la birra.

Il Dr. Codoñer Pilar Franch del Dipartimento di Pediatria, Ostetricia e Ginecologia presso l'Università di Valencia ritiene che gli antiossidanti della birra aiutano a combattere i radicali liberi (molecole responsabili dell'invecchiamento e, in alcuni casi, la malattia del corpo), diminuendo le rughe e mantenendo la vitalità.

Le birre contengono più di 200 componenti, compresa la vitamina B, acido folico (B1, B2, B12) e polifenoli (gruppo di antiossidanti naturali che si trovano anche nella frutta e verdura).

Capire i radicali liberi 

I radicali liberi sono sparsi in tutto il nostro corpo e non c'è modo di liberarsene completamente. Tutte le cellule del nostro corpo sono costituite da molecole. Queste molecole sono atomi tenuti insieme da legami chimici ottenuti da protoni (caricati positivamente) ed elettroni (caricati negativamente).

Tuttavia, alcuni dei legami prodotti non sono resistenti e alla fine rilasciano gli elettroni nel corpo, che iniziano ad agire in modo incompleto e quindi diventano radicali liberi. I radicali liberi cercano qualcosa nell'organismo in grado di stabilizzarli e, in questo modo, finiscono per rubare i protoni da altre molecole e creare sempre più radicali liberi.

Le catene di radicali liberi formate finiscono per attaccare le cellule viventi e funzionali, che danneggiano il nostro corpo in molti modi e anche la nostra "ossidazione", che finisce per contribuire alla comparsa di rughe, disidratazione della pelle e indebolimento delle ossa. Questo processo di solito avviene in modo naturale, ma può essere rafforzato da fattori esterni come l'eccessiva esposizione alla luce solare o al tabacco.

Qual è il ruolo della birra nella lotta contro i radicali liberi?

Codoner spiega che gli antiossidanti presenti nell'orzo cotto, che contiene le principali caratteristiche sensoriali della birra, tra cui il colore, la consistenza e il sapore, aiutano a interagire con le proteine e gli zuccheri responsabili dello sviluppo di composti che inducono la formazione di radicali liberi.

Nel nostro corpo c'è un equilibrio tra ossidanti e antiossidanti, ma con l'invecchiamento questo equilibrio è compromesso e finisce per favorire gli ossidanti, motivo per cui abbiamo bisogno di consumare più alimenti ricchi di antiossidanti per prevenire le conseguenze negative dell'invecchiamento.

La quantità di antiossidanti presenti nella birra può variare a seconda della marca e del processo di produzione, quindi è compito di ognuno trovare quello che più contribuisce al proprio scopo.

Per gli amanti della birra, questa è una notizia incredibile, ma ti avvertiamo di consumarla in modo moderato, perché in eccesso, questa bevanda può anche farci molto male.

Se sei un fedele consumatore di birra o hai un amico che lo è, commenta qui sotto e condividi l'articolo in modo che questa informazione possa raggiungere più persone!

Tags
birrabeneficibenessererugheinvecchiamentopellesolidamoderatoberemarcaprocessoproduzionecontribuirecorpoeccessoantiossidantibirre