CuriositàLe 4 testimonianze di chi ha visto l'aldilà.

15/02/2019 - 18h

Quante volte ci siamo chiesti se effettivamente c'è qualcosa dall'altra parte. Tantissime persone sostengono che sia effettivamente così, che nell'aldilà c'è un'altra vita. Queste esperienze soprannaturali in realtà non sono rare o isolate, infatti secondo una statistica, circa 8 milioni di persone solo negli Stati Uniti hanno vissuto questo tipo di esperienza. Scopriamo insieme le loro testimonianze:

1.   Eben Alexander dice: "L'aldilà esiste e io l'ho visto". Dopo aver contratto una forma rara di meningite è finito in coma per 7 giorni, "sono stato in un luogo incommesturabilmente più in alto delle nuvole, popolato da esseri trasparenti e scintillanti."

2.   Colton un bambino che, dopo 4 mesi dall'operazione, passando in auto vicino all'ospedale dove era stato operato, a sua mamma che gli domanda se se ne ricorda, Colton risponde con voce neutra e senza esitazione "si, mamma, me ne ricordo, è là che gli angeli hanno cantato per me!" E con tono serio aggiunge: "Gesù ha detto loro di cantare perchè io avevo molta paura, e dopo è andata meglio." Stupido il padre gli domanda :" Vuoi dire che c'era anche Gesù?" Il bambino accenna si col capo.

3.   Gloria Polo, in fin di vita dopo essere stata colpita da un fulmine, mentre il corpo rimane lì carbonizzato: "mi ritrovai dentro un bellissimo tunnel bianco pieno di luce, una luce meravigliosa che mi faceva sentire in pace, una felicità difficile da descrivere. Quando salii per questo tunnel pensai di non essere più in vita ma poi sentii la voce di mio marito che la chiamava disperatamente e in quel momento Nostro Signore mi concedette il ritorno. Poco a poco sono riscesa del mio corpo."

4.   Valerie invece ha avuto un incidente sulle piste da sci, nel momento in cui è entrata in coma dice che tutto il dolore che sentiva poco prima era sparito così come è svanita la paura. "Avveritivo un senso di benessere meraviglioso e indescrivibile, poi ho visto un tunnel e una persona che aspettava all'inizio del tunnel. Non sapevo se la luce provenisse dalla persona o dal tunnel, era accecante ma non faceva male agli occhi. La persona davanti al tunnel era una donna, sembrava una specie di guida, ma una volta raggiunta mi dice ti aspettare ,che non era ancora la mia ora, non mi è stato dato il tempo di rispondere che il mio corpo era nuovamente invaso dal dolore e in un lampo mi sono svegliata."

Tags
vitatestimonianze