AlimentazioneSecondo uno studio, un'alimentazione sana potrebbe tagliare miliardi di spesa sanitaria

08/04/2019 - 14h

Ricercatori statunitensi hanno pubblicato uno studio sulla rivista scientifica PLOS Medicine con l'obiettivo di identificare strategie economicamente vantaggiose che possano migliorare la salute degli americani.

Lo studio ha simulato cosa sarebbe successo se il sistema sanitario degli Stati Uniti coprisse il 30% dei costi per la salute della popolazione. In altre parole, lo studio suggerisce che il modo di tagliare miliardi nella spesa sanitaria è incoraggiare le persone ad avere un'alimentazione più sana e a partecipare attivamente al sistema sanitario.

Scenari

Lo studio propone due scenari: Il primo sarebbe un beneficio del governo che darebbe una sovvenzione del 30% delle spese delle persone con frutta e verdura. Nel secondo, il beneficio verrebbe esteso all'inclusione di cereali integrali, oli vegetali e semi oleosi (noci e noci).

I risultati indicano che entrambe le situazioni sarebbero positive. Considerando l'attuale numero di beneficiari, il primo piano (che copre solo frutta e verdura) eviterebbe, per 18 anni, 1,93 milioni di casi di malattie cardiovascolari e 350 mila decessi.

Già il secondo, che includeva più fonti alimentari di fibre e grassi buoni, sarebbe stato in grado di prevenire 3,28 milioni di episodi di infarto e ictus, oltre a 120 mila diagnosi di diabete e 620 mila decessi in quasi due decenni.

"Incoraggiare le persone a mangiare in modo sano, prescrivendo cibo per questo, potrebbe compensare tanto o più di altri interventi, come i farmaci per controllare la pressione arteriosa alta o colesterolo", ha detto in un comunicato Yujin Lee, uno degli autori dello studio. 

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
benesseresalutealimentazioneeconomiasanit
CONSIGLIATI